Home > Finanziarie > Prestiti cambializzati Poste Italiane

Prestiti cambializzati Poste Italiane

Il finanziamento cambializzato era un prodotto creditizio molto utilizzato in passato ma, attualmente è ritornato di grande moda per la crisi economica e la carenza di liquidità in cui si sta vivendo in questo momento storico e scenario macroeconomico davvero grigio. Se fino a qualche tempo fa erano davvero poche le società finanziarie che se ne occupavano, oggi è possibile reperire sul mercato del credito diverse offerte. Si deve, fin da subito, ricordare che tale tipologia di prestito deve essere utilizzata come ultima alternativa disponibile, in quanto non risulta essere un prodotto conveniente dal punto di vista economico: si devono solitamente sostenere delle spese importanti per avviare le pratiche, ma questo dipende ovviamente dalle condizioni contrattuali ed onerose praticate dalle società finanziarie. Prima di ricorrere ai prestiti cambiari quindi, ricordiamo che è possibile innanzitutto richiedere il classico prestito personale e solo in casi difficili, per i cattivi pagatori, soggetti protestati, lavoratori autonomi e liberi professionisti senza busta e titolari di Partita Iva è possibile approdare all’ultima spiaggia: il prestito con cambiali.

Prestiti con cambiali: Poste Italiane

In effetti, Poste Italiane che opera da molto tempo come uno dei maggiori player del mercato creditizio non concede prestiti con cambiali ma, offre una serie di prodotti creditizi che nella fattispecie possono essere contemplati al pari del prestito cambializzato. Vediamo in questa guida quali opportunità offre Poste Italiane per chi ha difficoltà ad accedere al mercato del credito.

Poste Italiane tramite BancoPosta offrono una vasta gamma di prodotti finanziari pronti a soddisfare qualsiasi necessità: tra i prodotti finanziari offerti da BancoPosta, troviamo i conti correnti, carte, la possibilità di inviare denaro, risparmio e investimenti, prodotti assicurativi, bollettini, mutui e una vasta gamma di prestiti.

Prestito BancoPosta è un finanziamento dedicato ai tutti i correntisti di BancoPosta pronto ad aiutare a realizzare i progetti in piena tranquillità; si può ottenere dai 3.000 euro fino ai 30.000 euro da rimborsare in un periodo compreso tra i 12 e gli 84 mesi. Per richiedere questo tipo di finanziamento il soggetto sottoscrittore deve presentare la domanda compilata allegando tutti i documenti richiesti ad uno sportello delle Poste Italiane presente sul territorio nazionale. Per ottenere il prestito, il richiedente deve assolutamente presentare tutte le garanzie richieste per facilitare l’acceso al prestito BancoPosta; qualora la domanda del prestito sia accettata, l’importo finanziato viene accreditato direttamente sul conto BancoPosta. L’istruttoria, le spese d’incasso e di gestione della pratica, le spese d’invio comunicazioni periodiche di trasparenza sono assolutamente gratuite. Per ottenere il prestito BancoPosta, il soggetto richiedente e sottoscrittore non e obbligato a stipulare una polizza assicurativa anche se è vivamente consigliata onde evitare rischi connessi all’accadimento di eventi negativi che possono gettare la famiglia ed il contraente stesso in gravi difficoltà economiche. Ecco le possibilità di poter abbinare una copertura assicurativa che protegga dal rischio di perdita dell’impiego, decesso del soggetto sottoscrittore, invalidità temporanea o permanente, infortunio, malattia e diaria da gesso.

Prestito BancoPosta: erogazione e rimborso

Il prestito BancoPosta concesso da Poste Italiane, sebbene non sia di per sè inquadrabile come prestito con cambiale, consente comunque la possibilità di rimborsare il prestito con modalità differenti dal pagamento rateale mensile. L’importo finanziabile è è compreso in un range che varia da un minimo di 3.000 euro fino ad un massimo di 30.000 euro, si può richiedere se il soggetto è residente in Italia e si ha un reddito prodotto in Italia. Per richiedere Prestito BancoPosta basta recarsi in un Ufficio Postale abilitato e presentare la seguente documentazione:

  • documento d’identità in corso di validità
  • tessera sanitaria
  • documento di reddito.

Prestito BancoPosta è il prestito personale che ti permette di richiedere da 3.000 fino a 30.000 euro con una durata di rimborso che va da un minimo di 24 mesi a un massimo di 84 mesi. E’ possibile ricevere l’importo richiesto, in caso di approvazione del finanziamento, tramite:

  • accredito sul tuo Conto Corrente BancoPosta, per i Titolari di Conto Corrente BancoPosta
  • accredito sulla tua carta PostePay Evolution, per i Titolari di Carta PostePay Evolution
  • accredito sul tuo Libretto di Risparmio Postale Nominativo Ordinario per i Titolari di Libretto postale
  • accredito su conto corrente bancario o direttamente in contanti allo sportello dell’ufficio postale (per importi fino a 10.000 euro) per gli altri Clienti.

Interessante è la modalità di rimborso che consente il pagamento di bollettini postali o la restituzione del prestito mediante Carta Postepay Evolution e Conto Corrente Bancario.

Per i prestiti di importo inferiore ai 3.000 euro è possibile richiedere il Mini Prestito BancoPosta riservato ai titolari di Carta Postepay Evolution con un’età compresa tra i 18 e 70 anni al momento della richiesta.

Prestiti cambializzati Poste Italiane
5 (100%) 1 vote