Home > Prestiti cambializzati per aziende

Prestiti cambializzati per aziende

Se sei un imprenditore e titolare di un’azienda o di un’attività artigianale o commerciale e necessiti un prestito per finanziare l’attività di business, per acquisire le materie prime, i beni strumentali e tutte le risorse necessarie per il ciclo produttivo della tua azienda, può optare per i finanziamenti assistiti con titolo cambiario dedicati al mondo corporate.

I finanziamenti con cambiali sono una valida alternativa alle forme tradizionali di erogazione del credito e permettono a tutti i titolari di Partita Iva di vedersi erogato un capitale finanziario in maniera assolutamente rapida e veloce, previa valutazione del merito creditizio del soggetto richiedente, della valutazione dello stato di salute e di benessere del ciclo aziendale e delle garanzie presentabili dal contraente del prestito.

Nel collettivo immaginario di ogni imprenditore commerciale si è radicata l’idea che i prestiti con cambiali diano la possibilità di vedersi erogato un capitale finanziario di importo basso e, generalmente, insufficiente da parte delle imprese.

In effetti, la realtà non è così in quanto l’offerta commerciale e creditizia degli istituti di credito e, ancora di più, da parte dei mediatori creditizi e degli agenti in attività finanziaria, è volta a superare anche i 50/60 mila euro, restituibili in cambiali. Vediamo in questa guida quali intermediari finanziari e creditizi sono in grado di soddisfare la domanda del mondo aziendale, a quali condizioni e offerte commerciali. Prima, vediamo che cos’è il titolo cambiario e quale normativa lo disciplina.

Finanziamenti assistiti con il titolo cambiario: Legge cambiaria

Per quanto concerne la disciplina legislativa il Regio Decreto n. 1669 del 14/12/1933 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.292 del 19/12/1933) sostituisce la previgente normativa in materia di cambiali, contenuta nel codice del commercio e, oggi recepita nella Legge cambiaria. Questa fonte normativa che risale al 1933, tuttavia, è ancora moderna e rivalutata dal punto di vista della prassi commerciale, in particolare per prestiti cambializzati dedicati ai privati che al mondo delle aziende di piccola-media dimensione e di grande dimensione. Interessante ed ancora vigente è il dettato dispositivo contenuto all’articolo 1 della Legge Cambiaria concernente la disciplina dell’emissione e della forma del titolo cambiario:

“La cambiale contiene:

1) la denominazione di cambiale inserita nel contesto del titolo ed espressa nella lingua in cui esso è redatto;
2) l’ordine incondizionato di pagare una somma determinata;
3) il nome, il luogo e la data di nascita ovvero il codice fiscale di chi è designato a pagare (trattario);
4) l’indicazione della scadenza;
5) l’indicazione del luogo di pagamento;
6) il nome di colui al quale o all’ordine del quale deve farsi il pagamento;
7) l’indicazione della data e del luogo dove la cambiale è emessa;
8) la sottoscrizione di colui che emette la cambiale (traente).”

Finanziamenti dedicati al mondo delle imprese: finalità e caratteristiche

I finanziamenti dedicati al mondo produttivo ed imprenditoriale sono risorse finanziarie dedicate ed erogate dal sistema creditizio e bancario per consentire alle imprese di svolgere il loro normale ciclo produttivo e di gestire il ciclo di tesoreria senza incappare in “fermi” o periodi di “stasi produttiva”; i prestiti sono assolutamente volti ad assicurare e soddisfare le esigenze di ogni attività con proposte convenienti e interessanti vantaggi. Sia che siano di breve termine che di medio-lungo termine, nella maggioranza dei casi la cambiale è un titolo di credito esecutivo ed all’ordine che rende più forte la  posizione creditizia del soggetto erogante nelle negoziazioni commerciali o finanziarie.
In caso di mancato pagamento, infatti, il creditore ha la certezza di avviare la procedura forzosa nei confronti del soggetto debitore, senza dover attendere l’iter burocratico che occorre nel caso di prestiti aziendali non assistiti dalla presenza del titolo cambiario.
Per quanto concerne l’offerta commerciale interessante è la proposta di DBS Service che consente di ottenere un prestito cambiario fino ad un massimo di 50.000 euro rimborsabile con cambiali a cadenza mensile: in alcuni casi, valutabili a seconda delle garanzie reali, possono essere erogati anche prestiti di importo superiore ai 50.000 euro. In fase di stipula del contratto di prestito, viene definito un piano di ammortamento, generalmente a tasso fisso e rata costante, il cui importo è variabile e compreso tra i 12 ed i 120 mesi. Il rimborso del prestito aziendale avviene tramite il pagamento del titolo cambiario regolarmente bollato.
Prestiti cambializzati per aziende
5 (100%) 1 vote