Home > Prestiti cambializzati senza garante

Prestiti cambializzati senza garante

Sul mercato creditizio  oltre ai prestiti cambializzati assistiti dalla richiesta di opportune garanzie o dalla firma di un soggetto terzo coobligato, negli ultimi anni, si è diffusa una variante inquadrabile in quel prodotto che riunisce i prestiti cambiari senza necessità di presentare un garante o una busta paga.

Sì, perché con lo scenario creditizio e macroeconomico piuttosto incerto e preoccupante, anche gli intermediari creditizi, in particolare i mediatori del credito, hanno dovuto assolutamente adattarsi alla crescente domanda di bacini di clientela considerati “non bancabili” e quindi, una buona fetta di consumatori non considerati dal sistema bancario, reputandoli ad alto livello di default. Ecco perché in questa guida occorre partire proprio dai canali di distribuzione dei prodotti prestiti cambiari senza garante e non assistiti da busta paga.

Distribuzione dei prestiti senza garante e senza busta paga

Per quanto concerne l’offerta commerciale di questa peculiare tipologia di prestiti, nati con la crisi economica ed  occupazionale, sicuramente non si entrerà mai in una banca o presso un’agenzia in attività finanziaria per richiedere un prodotto del genere. Perché? Negli ultimi anni, le banche per evitare il default e per assicurarsi il rimborso di quanto erogato a titolo di prestito, richiedono condizioni “stringenti” che rendono sempre più difficile l’accesso al mercato del credito.

Per una banca occorre essere titolare di un conto corrente da aprire presso la filiale bancaria, essere un soggetto titolare di una busta paga o di adeguate garanzie quali fonti di reddito alternativo (canone di affitto, una rendita vitalizia, assegno di mantenimento, etc.), essere titolare di un bene mobile registrato o immobile, stipulare una polizza assicurativa vita o rischio impiego o per invalidità o malattia grave, stipulare un contratto di fidejussione bancaria o presentare la garanzia di un terzo soggetto mallevadore in grado di accollarsi il debito, qualora il sottoscrittore sia inadempiente.

In pratica, per richiedere un prestito senza garante o senza busta paga, occorre rivolgersi ai mediatori creditizi, i quali essendo soggetti indipendenti e senza mandato da parte delle società finanziarie o banche, agiranno solo per esclusivo interesse dei soggetti clienti, i consumatori del credito. I mediatori creditizi sono professionisti, intermediari in grado di reperire sul mercato del credito la migliore soluzione da soddisfare a 360 gradi la richiesta del richiedente. Quindi, tutti i soggetti richiedenti sono ritenuti validi e finanziabili da parte del canale dei mediatori; non solo, un’altra valida alternativa da considerare è quella dei prestiti cambiari tra soggetti privati seri che possono essere richiesti presentando la domanda online. Solo Smartika e Prestiamoci sono, davvero, in grado di mettervi in contatto con un prestatore di fondi privato serio che eroghi prestiti cambiari senza busta paga o senza garante. I prestiti cambiari per la presenza del titolo cambiario consentono al soggetto creditore di soddisfare ogni sua pretesa, in particolare, in caso di inadempimento del pagamento della cambiale da parte del debitore.

Prestiti con cambiali senza garante: caratteristiche peculiari

I prestiti con cambiali senza garante sono un prodotto creditizio nel quale l’unico debitore, obbligato ad adempiere all’obbligazione pecuniaria contratta sarà il soggetto richiedente e sottoscrittore del titolo cambiario, recante l’imposta da bollo. Non prendono quindi parte nel contratto di prestito assistito da cambiali, altri soggetti all’infuori del soggetto creditore (colui che presta il denaro) e del debitore (colui che riceve la somma di denaro, il quale deve restituire la somma maggiorata degli interessi).

I prestiti cambializzati senza busta paga e senza garante sono contratti di finanziamenti che sfruttano la cambiale quale titolo esecutivo e all’ordine, nei casi in cui il richiedente non sia in possesso di una garanzia reddituale come la busta paga e non sia in grado di presentare un terzo soggetto mallevadore quale il garante. Il creditore, nel caso in cui il debitore non dovesse riuscire a saldare il proprio debito, può richiedere il pignoramento dei beni e la successiva vendita all’asta per soddisfarsi  e chiudere il debito.

Prestiti cambializzati senza garante
5 (100%) 1 vote