Home > Prestiti cambializzati veloci

Prestiti cambializzati veloci

Prestiti cambializzati veloci? Oggi è possibile: con la rivoluzione digitale e telematica che ha investito il comparto creditizio e bancario, il tutto è estremamente flessibile, snello e rapido; in meno di 48 ore siete in grado di ricevere a domicilio o sul conto corrente il vostro credito personalizzato. La variabile temporale gioca sempre più un ruolo di primo piano per le istituzioni creditizie, società in attività finanziaria e società d mediazione creditizia che operano sul mercato più concorrenziale e soggetto a revisioni normative e commerciali.

Che s’intende con prestito cambializzato veloce e fattori a cui prestare attenzione

Prestito veloce deve essere assolutamente sinonimo di prestito garantito, affidabile, sicuro e di grande valore aggiunto per il soggetto sottoscrittore e richiedente: tutto il processo che si apre con l’inoltro della domanda di richiesta del prestito fino alla fase terminale di concessione ed erogazione del credito è supportato dall’utilizzo degli strumenti informatici e tecnologici, i quali sono un valido ausilio e permeano sempre di più la realtà operativa del comparto.

In questa guida approfondiremo il punto cardine che ruota intorno ai prestiti sottoscritti con il rilascio degli effetti cambiari: la normativa, il fattore tempo come variabile strategica alla base del vantaggio competitivo di medio-lungo termine e sostenibile degli operatori creditizi, l’offerta commerciale dei prestiti veloci scremata in base al canale scelto dal cliente del credito (banche, agenzie in attività finanziarie, società di mediazione creditizia e canale telematico).

La normativa e le parti stipulanti

I prestiti cambiari veloci rientrano nella categoria dei prestiti non finalizzati ( erogazione del credito non direttamente collegabile e finalizzato all’acquisto di uno specifico bene o servizio) e come ogni altro prodotto creditizio, anche questa tipologia di finanziamento richiede la sottoscrizione di un contratto stipulato direttamente tra il soggetto richiedente e l’istituto finanziatore o ente erogatore, senza la necessità di usufruire di altri soggetti intermediari. Inoltre, nella prassi commerciale, il soggetto sottoscrittore può presentare a titolo di garanzia dell’obbligazione contratta anche la firma di un soggetto co-obligato o terzo mallevadore, il quale apponga la sua firma sul titolo cambiario e sul negozio giuridico. L’eventuale firma di una terza parte coinvolta ha la sua validità ai fini giuridici, in quanto, laddove il debito non venisse onorato ed adempiuto in maniera puntuale e corretta, si troverebbe nella situazione di rispondere del debito, con la facoltà di esercitare l’azione di regresso nei confronti del soggetto obbligato principale.

A supporto di ciò, si rinvia alla lettura integrale nel testo normativo dedicato Regio decreto n. 1669 del 14/12/1933 (in Gazzetta Ufficiale n.292 del 19/12/1933) articoli 35, 36 e 37, Capo IV dedicati all’avallo cambiario.

Art.35
Il pagamento di una cambiale può essere garantito con avallo per tutta o parte della somma.
Questa garanzia può essere prestata da un terzo o anche da un firmatario della cambiale.
Art.36
L’avallo è apposto sulla cambiale o sull’allungamento.
È espresso con le parole “per avallo” o con ogni altra formula equivalente; è sottoscritto dall’avallante.
Si considera dato con la sola firma dell’avallante apposta sulla faccia anteriore della cambiale, purché non si tratti della firma del trattario o del traente.
L’avallo deve indicare per chi è dato. In mancanza di questa indicazione si intende dato per il traente.
Art.37
L’avallante è obbligato nello stesso modo di colui per il quale l’avallo è stato dato.
La sua obbligazione è valida ancorché l’obbligazione garantita sia nulla per qualsiasi altra causa che un vizio di forma.
L’avallante che paga la cambiale acquista i diritti ad essa inerenti contro l’avallato e contro coloro che sono obbligati cambiariamente verso quest’ultimo.

Finalità e fattibilità commerciale

I prestiti cambiari veloci consentono di ricevere somme utili da fare fronte a diverse esigenze di liquidità; l’importo erogabile da parte dei soggetti creditori può variare in un range compreso tra i 1.000 e gli oltre 50.000 euro (in questo caso, spesso e volentieri si richiedono ulteriori garanzie aggiuntive). Per valutare la fattibilità del prestito cambiario veloce è necessario prendere in considerazione i documenti personali e reddituali del soggetto richiedente: il reddito complessivo e le garanzie offerte dal potenziale sottoscrittore sono una conditio sine qua non utile per fare sì che il prestito venga erogato in meno di 48 ore.

Per quanto concerne le ulteriori garanzie richieste da banche o finanziarie (in particolare per i prestiti di importo rilevante) sono: un contratto di lavoro a tempo indeterminato o un contratto a termine  prevedendone l’estinzione del rimborso del piano di ammortamento prima della scadenza del contratto di lavoro. Possono essere richieste garanzie alternative, per chi non è titolare di un contratto di lavoro subordinato, quali l’incasso dei canoni di locazione, una rendita vitalizia, un assegno d mantenimento, una polizza fidejussoria, un deposito cauzionale o la firma di un soggetto co-obbligato o co-intestatario del conto corrente bancario. Ben diversa è la situazione delle persone che abbiano subito protesti o ritardi nel rimborso di rate di precedenti prestiti e il cui nominativo sia segnalato nelle banche dati sempre in occasione della valutazione di una richiesta per un finanziamento: in certi casi, è possibile che la richiesta di prestito cambiario veloce sia rigettata.

Offerta commerciale: le finanziarie che li erogano velocissimamente

Per quanto concerne le proposte commerciali dei prestiti cambiari veloci, in effetti, l’offerta è variegata: è possibile su vari siti internet compilare il form ed ottenere la simulazione del preventivo direttamente online; oppure ad esempio Crediper.it, che è in grado di soddisfare ogni tipologia di fabbisogno creditizio con prestiti veloci garantiti anche dal rilascio dell’effetto cambiario.

Dbs Finance è l’agenzia è leader nel settore dei finanziamenti, mutui, prestiti, cessioni e assicurazioni: in particolare, è in grado di offrire alla clientela prestiti cambiari con cadenza di pagamento mensile e importo massimo erogabile fino a 50.000 euro. In fase di stipula contrattuale, viene definito un piano di ammortamento, generalmente a tasso fisso e rata costante, variabile tra i 12 ed i 120 mesi.

Anche le banche sono in grado di erogare prestiti cambiari: Bassano Banca – Credito Cooperativo di Romano e Santa Caterina offre prestiti con il rilascio di effetti cambiari, anche con la presenza di un soggetto garante.

Prestiti cambializzati veloci
5 (100%) 1 vote